Luoghi di culto a Saronno

Le Chiese

Santuario della Beata Vergine dei Miracoli

Il Santuario della Beata Vergine dei Miracoli è una delle Chiese più belle di tutto il territorio lombardo, fondata nel 1498 e dotata di un museo ed un archivio storico di grande valore. Lo studio architettonico è opera di grandi maestri quali Antonio Amadeo per il progetto della parte rinascimentale e del tiburio, Paolo Dalla Porta per il campanile, Vincenzo Seregni per le tre navate e Pellegrino Tibaldi per la facciata. L'interno ospita opere pittoriche e scultoree di grande pregio artistico. Sono presenti infatti affreschi di Bernardino Luini nel presbiterio e nell'antipresbiterio, affreschi di Gaudenzio Ferrari nella cupola e Bernardino Lanino per il completamento della stessa, Cesare Magni per affreschi raffiguranti i Santi, Camillo e Giulio Cesare Procaccino autori dei quadri e Stefano Maria Legnani per gli affreschi degli altari laterali. I gruppi statuari del Compianto,dell'Ultima cena e dei vari Santi sono opera di Andrea da Milano, il bassorilievo della Pietà è opera di Pompeo Marchesi e le decorazioni sono opera di Alberto Meleguli da Lodi.

Chiesa di San Francesco

In origine questa Chiesa era denominata di Santa Maria ed in seguito di S. Maria e di S. Francesco. La chiesa fu riedificata nel 1927 dai frati francescani del convento ad essa collegato e, nel 1570, San Carlo Borromeo dispose che venisse chiamata  Chiesa di San Francesco. E' costituita da una navata centrale con soffitto in legno e due navate laterali, più piccole. La facciata col tiburio di mattoni di cotto ed il campanile,è secentesca. Il convento adiacente, di epoca medioevale, accoglieva i Frati Minori Francescani. Modificato diverse volte tra il 1573 ed il 1678, vide la fondazione del Pio Istituto Missioni estere nel 1850.

 

Chiesa Prepositurale

La Chiesa Prepositurale, dedicata ai Santi Pietro e Paolo e costruita nel 1783 in luogo della vetusta Santa Maria , fu  insignita del titolo  di Prepositurale nel 1721 da Papa Benedetto XIII. All'interno della Chiesa è custodito il Crocefisso proveniente dalla demolita Chiesa di S. Cristoforo e che, nel giorno della Festa di Saronno( o del Trasporto), viene portato in processione. Di fronte all'altare del Crocifisso vi è l'altare dell'Immacolata con la Statua della Madonna proveniente dalla Chiesa di San Francesco. Sempre all'interno vi è una tela di Gaudenzio Ferrari e due dipinti del Legnanino oltre ad un importante organo dei Serassi di Bergamo collocatovi nel 1822.

Tempietto di san Giacomo

Il Tempietto di San Giacomo fu eretto nel 1614 a spese di Ambrogio Legnani. La struttura architettonica e decorativa è tardo-manierista. All'interno vi sono cinque affreschi sotto la volta absidale mentre la pala d'altare è una copia della Sacra Conversazione del Procaccini.

 

Cappella di Sant'Antonio Abate

L'esistenza di una cappella dedicata a Sant' Antonio Abate è nota fin dal 1358. Questa piccola Chiesetta fu fatta costruire nella seconda metà del 1400 da Antonio Zerbi in auanto all'epoca era abitudine delle nobili famiglie far costruire Chiese ed oratori in memoria  del casato. All'interno della Chiesetta, i cui lavori di restauro sono iniziati nel 1966 e terminati l'anno successivo,vi sono tre nicchie: in una è collocata una teca contenente alcune ossa di appestati ed una statua in cotto di  S. Antonio; in un'altra nicchia è posta una statua in cotto che rappresenta S. Rocco e nella terza una statua in marmo raffigurante S. Giovanni. L'abside custodisce una scultura in marmo della Madonna ed un'altra Statua di S. Ambrogio. All'esterno della Cappella, una piccola croce reca memoria delle vittime della peste del 1630.