Ville, Palazzi e Musei

I Monumenti

Casa Morandi

Sorta alla fine del 1500 come Osteria dell'Angelo e sede, dal 1989, della biblioteca civica  ove sono esposte quattro grandi tele del pittore Stefano Maria Legnani detto Legnanino e che rappresentano il mito di Bacco e Arianna. Casa Morandi è anche sede del teatro dedicato alla cantante Giuditta Pasta .

Teatro Giuditta Pasta

Il Teatro Giuditta Pasta è adiacente a Casa Morandi. Si tratta di un teatro di recente  e moderna costruzione sul cui palco vengono rappresentati spettacoli di ogni genere e capace di ospitare fino a 600 persone.

 

Villa Gianetti 

Villa Riannetti è sorta  negli anni 1919-1920 su progetto dell'architetto Domenico Verga e nel 1923 fu concessa dalla famiglia Gianetti al Comune di Saronno. Restaurata recentemente ospita una mostra permanente di Francesco de Rocchi. All'ingresso della Villa è presente una riproduzione della Madonna del Lippi eseguita dai pittori lombardi Bonati e Chiesa.

 

Palazzo Visconti

Palazzo Visconti è attualmente sede di associazioni che si occupano di volontariato. Costruito dietro incarico dei Visconti di Saronno tra il 1594 ed il 1607, nel 1700 i Rubini modificarono l'edificio originario in villa determinandone l'odierna configurazione a corte chiusa. I soffitti del complesso sono costituiti da ricche decorazioni pittoriche anche se, attualmente, Palazzo Visconti necessiterebbe di diversi interventi di restauro, quantomeno conservativo.

Il Monumento della Riconoscenza

Situato nell' omonima piazza, fu innalzato dopo l' incendio che colpì Saronno il 18 marzo 1827 come ringraziamento a chi aiutò la popolazione . Realizzato dallo scultore Gaetano Motelli riproduce una donna affiancata da un pellicano, simbolo della gratitudine.

 

Il Monumento ai Caduti

Realizzato nel 1925 per volontà dei saronnesi che proclamarono un concorso vinto dallo scultore Libero Andreotti, raffigura una donna, la Madre Patria, con in grembo il corpo di  un giovane caduto ed  in mano un arco.

 

Museo delle industrie e del lavoro saronnese

Il  Museo delle industrie e del lavoro saronnese è un esempio di archeologia industriale risalente ai primi anni del secolo scorso che presenta oggetti e documenti relativi alla storia industriale di Saronno, teatro, nell'ultimo secolo, degli episodi più significativi della vita produttiva lombarda.


Museo delle Ceramiche "Giuseppe Gianetti"

Il Museo delle Ceramiche è nato  negli anni 50 e contiene la collezione Gianetti, una  delle più importanti della Lombardia, costituita da  oltre 1500 pezzi unici e rari e formatasi negli anni trenta e quaranta. L'eccezionale raccolta ben si accompagna ai raffinati arredi della villa in cui è ospitata.

 

Quadreria del Santuario

La quadreria del Santuario della Beata Vergine dei Miracoli accoglie arredi sacri di  grande valore oltre a testimonianze storiche relative alle vicende  del Santuario. Tra  gli oltre sessanta quadri di notevole  pregio artistico, sono particolarmente degni di nota l'Annunciazione  di Camillo Procaccini e un affresco di Bernardino Lanino, trasportato su tela, rappresentante La Pietà.